mercoledì, 19 Giugno 2024
HomeEvidenzaDal 1/1/2024 a Fiumicino entra in vigore il nuovo Accordo Territoriale per...

Dal 1/1/2024 a Fiumicino entra in vigore il nuovo Accordo Territoriale per le Locazioni a Canone Concordato

Stipulato il nuovo Accordo CUAA.

Confabitare, Unioncasa, Assocasa ed A.N.I.A. hanno stipulato in data 12/12/2023 il nuovo Accordo Territoriale di Fiumicino per le Locazioni a Canone Concordato, che ha assunto presso il Comune il Prot. 260874 del 21/12/2023.

Il nuovo testo è facilmente e perfettamente consultabile, in quanto PDF nativo con link ipertestuali che rinviano ai vari allegati.

Si può effettuare il download della versione istituzionale (depositata) qui: http://moduli.confabitareroma.it/AccordoFiumicino2023

Le novità

Sulla scia del nuovo Accordo di Roma dello scorso 7 Agosto 2023, anche per Fiumicino è stata fatta chiarezza su tutti gli aspetti controversi o finora mal compresi di tale tipo di locazioni, non ultima la terminologia, spesso utilizzata in modo confuso anche da parte degli operatori e foriera di disguidi.

In tal senso, sono stati effettuati dei focus:

  • sul significato di Contratto “Non Assistito” e “Assistito”;
  • sulla differenza tra “assistenza alla stipula” e consulenza sul testo contrattuale / precalcolo del canone;
  • sulla differenza tra Attestazione di Rispondenza e Scheda Calcolo Canone;
  • sull’esistenza della compressione dell’autonomia negoziale delle parti e su quali siano i limiti nei quali tale autonomia possa essere adottata. A tal fine, il nuovo Accordo, anzichè avere in allegato le “copie brute” dei “tipi di Contratto” da Gazzetta Ufficiale, si è spinto fino a prevedere ben 12 “Contratti-Tipo”, combinando ciascuna delle tre tipologie contrattuali con le varie opzioni possibili. In tal modo i fruitori non dovranno più fare lo slalom tra i testi alternativi proposti da ciascun Allegato al DM oppure inserire spesso in modo non appropriato le opzioni Cedolare o le clausole relative alle prestazioni energetiche. Nei nuovi Contratti-Tipo si trova già tutto, a seconda della situazione per la quale si deve stipulare.
  • Rispetto all’Accordo di Roma, per Fiumicino è stata studiata una premialità in più per le “Villette” (Cat. A/7).

E’ stato anche precisato:

  • come devono essere forniti, dalle parti, gli “elementi oggettivi” previsti dal D.M. 16/01/2017;
  • quali dati (e come) devono essere forniti nel caso di locazione parziale, riproponendo anche la fattispecie di “locazione parziale con riserva di Deposito” (esclusiva del nostro Accordo);
  • in quali casi eccezionali si può pattuire un canone inferiore al minimo di fascia;
  • quale limite può avere la superficie dei posti auto ad uso non esclusivo;
  • che nei Contratti Transitori ed in quelli per Studenti non è previsto “a monte” (e quindi a prescindere dall’opzione per la Cedolare o meno) l’aggiornamento ISTAT del canone.

Altre aspetti rilevanti

  • i Parametri di Scoring sono 30;
  • sono state inserite le fattispecie di transitorietà speciali, di regola non applicabili ma che entrano in vigore nel caso di Stato di Emergenza Nazionale;
  • nei casi particolari per i quali è previsto un supporto bilaterale è sufficiente un’Attestazione Bilaterale (non un Contratto Assistito).
  • In tutte e tre le tipologie contrattuali è prevista una premialità per il conduttore che presta garanzie di importo pari ad almeno 12 mensilità.

Contratti per studenti

Con riferimento alla Parte Terza, che regola i Contratti per Studenti, è stato ben chiarito:

  • quali sono le istituzioni formative che dànno diritto ai propri iscritti fuori sede di stipulare un Contratto per Studenti, con degli esempi specifici;
  • qual è la particolarità nel caso degli studenti Erasmus e di altri visiting students;
  • il fatto che, dopo il primo rinnovo, il Contratto per Studenti non può essere ulteriormente prorogato;
  • quale debba essere la procedura di avvicendamento di studenti nel medesimo Contratto;
  • che i c.d. “Contratti di Posto Letto” non sono ammissibili tra le locazioni a canone concordato.

Una delle novità più importanti è poi l’introduzione di una premialità per i locatori che intendano stabilizzare le esigenze alloggiative degli studenti stipulando un Contratto “lungo” (2 anni + 2, fino a 3 anni + 3), quale scelta in controtendenza rispetto alle Locazioni Brevi.

Fiore all’occhiello delle nuove regole dei Contratti per Studenti è stato il gradimento e l’adesione da parte di DiSCo, l’Ente Regionale per il Diritto allo Studio e alla Conoscenza, che è, istituzionalmente, uno dei possibili Conduttori di questo tipo di Contratti.

Un corposo insieme di novità, che ne fanno uno strumento operativo prezioso e (adesso anche) pratico, al servizio dei proprietari immobiliari, degli inquilini e degli operatori professionali del settore operanti sul territorio dell’importante Comune di Fiumicino.

Il nuovo Accordo si applica ai Contratti che saranno sottoscritti dal 1 Gennaio 2024.

Ultimi Articoli