domenica, 3 Luglio 2022
HomeNorme e TributiCoronavirus, le regole per usufrire in sicurezza del cortile di condominio

Coronavirus, le regole per usufrire in sicurezza del cortile di condominio

I cortili in tempi di emergenza sanitaria
I principi esposti assumono particolare importanza e attualità pratica in questo critico momento in cui, a causa della Covid-19, specifiche disposizioni governative e regionali hanno imposto limiti alla libera circolazione di tutte le persone.

Il cortile/giardino condominiale, inteso come spazio privato accessorio della propria abitazione e dunque ben usufruibile senza timore di violare le restrizioni previste da ordinanze nazionali e/o locali, diventa a questo punto strategico per lo svolgimento di attività all’aperto da parte dei condomini, purché vengano, anche in questo caso, rispettate le regole generali circa un uso uguale da parte di tutti.

La libera accessibilità del cortile/giardino, in quanto area privata, non fa infatti venir meno il dovere di rispettare quelle fondamentali regole purtroppo imposteci dalla sgradita presenza del coronavirus, cioè, in primo luogo, del divieto di assembramento che in ogni caso impedisce anche ai bambini di giocare insieme nell’area loro destinata all’interno del condominio oppure, per tutti, di correre in gruppo o di parlarsi a distanza ravvicinata.

Anche a casa propria, d’altro canto, che si tratti di cortile o di singola unità immobiliare, c’è il divieto di riunirsi in gruppo o di invitare amici e/o conoscenti: stessa regola deve valere per lo svolgimento di normalissime attività di svago per il quale, a questo punto, serve una regolamentazione “turnaria” a cui non si sarebbe mai pensato di dover ricorrere in altri tempi.

I consigli da seguire
Ed ecco pochi, ma importanti, consigli per l’uso del cortile comune nel persistere della Covid-19: il jogging è consentito unicamente se praticato in solitario e comunque nel rispetto di debita distanza tra l’una e le altre persone che lo praticano, purché muniti di apposita mascherina. Nel caso in cui i joggisti siano numerosi, dovrà essere tra loro stabilita una turnazione per accedere agli appositi spazi usufruibili per l’attività, nonché indicata la tempistica massima di occupazione delle stesse.

Articolo pubblicato da Il Sole 24 Ore

Ultimi Articoli