domenica, 3 Luglio 2022
HomeArea Urbanistica e TecnicaUna macchina narrativa

Una macchina narrativa

Nell’antico sestiere della Maddalena, non lontano dal porto di Genova, l’antica Loggia dei Banchi, o della Mercanzia, diventerà entro il 2021 un museo dedicato alla storia, all’identità e all’evoluzione del territorio genovese.

Dopo una significativa opera di restauro, lo studio milanese Migliore+Servetto Architects – autore anche dell’ADI Design Museum del Compasso d’Oro a Milano – ha collaborato qui con lo studio genovese Go-Up Architects per valorizzare il patrimonio culturale della città, e generare nuove sinergie.

La scalinata centrale è anche una citazione della natura ascensionale di Genova, la città che sale, e consente di non chiudere la vista dell’intera volta della Loggia dal portale di ingresso. (Courtesy Migliore+Servetto)

Il progetto punta su una scenografica vetrina di opere affacciata sulla piazza dei Banchi, storicamente dedicata agli scambi mercantili. Questa ‘camera delle meraviglie’ è solo il primo dei tre livelli che compongono il percorso espositivo circolare. Al centro dell’imponente Loggia e rispettosamente distanziata dal volume storico è posta infatti una grande scalinata dalla duplice funzione. Da un lato custodisce al proprio interno i 500 metri quadrati di reperti museali (oggetti fisici e contenuti multimediali) organizzati in nove capitoli tematici. Dall’altro è un ‘teatro urbano’ la cui scena è la città stessa. Il percorso si chiude nel cosiddetto ‘terzo spazio’, il belvedere sotto la volta, con proiezioni tematiche: un luogo di condivisione e approfondimento.

Come la vetrina di un negozio, la libreria di opere a tutta altezza disegnata per il portale di ingresso è ideata per meravigliare passanti e turisti, invitandoli a entrare nel nuovo spazio museale. (Courtesy Migliore+Servetto)

Abitare © RIPRODUZIONE RISERVATAArticolo pubblicato da abitare.it

Ultimi Articoli