giovedì, 23 Settembre 2021
HomeArea Urbanistica e TecnicaLe città di Aldo Rossi

Le città di Aldo Rossi

Aldo Rossi. L’architetto e le città, a cura di Alberto Ferlenga, è la mostra che il Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma dedica al geniale architetto, precursore della figura dell’archistar globale e primo italiano vincitore del Pritzker Prize.

A più di 20 anni dall’ultima grande monografica, il progetto espositivo raccoglie oltre 800 tra disegni, appunti, lettere, fotografie e modelli provenienti per lo più dall’archivio di Aldo Rossi della Collezione del Maxxi e dalla Fondazione Aldo Rossi.

Aldo Rossi con Eraldo Consolascio, Bruno Reichlin e Fabio Reinhart, La città analoga, 1976. (Courtesy Collezione Maxxi Architettura, Archivio Aldo Rossi, Eredi Aldo Rossi)

Tra i due focus
dedicati al Teatro del Mondo e al Cimitero di Modena, nella spina centrale della
galleria si susseguono 40 modelli di progetti realizzati in Italia e all’estero,
che possono essere intesi come frammenti
di quella Città Analoga
rappresentata in un grande disegno di due metri quadrati.
Il racconto della mostra prosegue con la celebre serie dei Quaderni Azzurri e
una galleria di video-interviste e documentari degli anni Ottanta e Novanta. Non
poteva mancare un pezzo di design celebre come la libreria Piroscafo,
progettata con l’amico Luca Meda per Molteni&C, sponsor tecnico della
mostra insieme a UniFor.

Aldo Rossi, Architettura con santo. Composizione architettonica con figura umana, 1972. Copia eliografica, acquerelli, pennarelli e pastelli colorati su carta. (Courtesy Collezione Maxxi Architettura, Archivio Aldo Rossi, Eredi Aldo Rossi)

Aldo Rossi. L’architetto e le città
a cura di Alberto Ferlenga
MAXXI, Roma 10 marzo – 17 ottobre 2021


Abitare © RIPRODUZIONE RISERVATAArticolo pubblicato da abitare.it

Ultimi Articoli