sabato, 27 Novembre 2021
HomeArea Urbanistica e TecnicaBigMat International Architecture Award '21

BigMat International Architecture Award ’21

Gran Premio Internazionale BigMat '19 | Power Plant for the Foz Tua Dam, Foz do Tua, Portogallo, firmato da Eduardo Souto de Moura_Ph. Luis Ferreira.
Gran Premio Internazionale BigMat ’19 | Power Plant for the Foz Tua Dam, Foz do Tua, Portogallo, firmato da Eduardo Souto de Moura_Ph. Luis Ferreira.

13/04/2021 – Si chiuderanno il giorno 29 aprile le candidature all’edizione ’21 del BigMat International Architecture Award ’21 (BMIAA), premio biennale promosso dal Gruppo BigMat, che ha preso il via il 18 gennaio con l’apertura ufficiale delle candidature.

In quest’anno, in cui il Gruppo europeo festeggia anche il suo 40° anniversario, il Premio si riconfigura in un’innovativa veste per promuovere l’eccellenza architettonica che caratterizza le grandi opere e gli interventi più prestigiosi, ma anche i progetti di piccola scala che contraddistinguono la nostra quotidianità.

Possono iscriversi al bando di concorso tutti i tipi di opere (realizzate tra il 1° gennaio 2017 e il 1° gennaio 2021 in Belgio, Francia, Italia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Spagna, i sette Paesi dove è presente il marchio BigMat) comprese quelle entro i 1.000 mq di superficie abitabile (nuove costruzioni, interventi su strutture già esistenti e design di interni), alle quali verrà riservata speciale attenzione. Infatti, tra i due finalisti selezionati per ciascun Paese almeno uno sarà proprio un progetto di piccola scala.

Tra le opere che si candideranno per l’edizione 2021, la giuria individuerà una rosa di 14 finalisti (due per ogni Paese), tra cui verranno selezionati i sei vincitori dei Premi Nazionali BigMat ’21 (ciascuno del valore di 5.000 euro) e il Gran Premio Internazionale di Architettura BigMat ’21 per un valore complessivo di 30.000 euro).

Oltre ai Premi Nazionali e al Gran Premio verranno, inoltre, assegnati sette Premi Finalisti (valore 1.500 euro) ai secondi classificati di ogni Paese e una Menzione Speciale ai progetti di piccola scala (valore 1.500 euro) qualora il Gran Premio fosse un’opera superiore ai 1.000 mq di superficie abitabile.

Le opere saranno valutate da una giuria internazionale formata da figure di spicco del panorama architettonico di ciascuno dei Paesi partecipanti. Alla guida dei giurati ci saranno il presidente Jesús Aparicio, dottore architetto e cattedratico dell’Università Politecnica di Madrid, e il segretario Jesús Donaire, dottore architetto e professore associato dell’Università Politecnica di Madrid.

I giurati, che avranno il compito di selezionare i vincitori, sono:
– Nicola Di Battista (Italia), architetto e direttore della rivista l’architetto;
– Adrien Verschuere (Belgio), architetto e fondatore dello studio di architettura Baukunst;
– Alexandre Theriot (Francia), architetto e co-fondatore dello studio di architettura Bruther;
– Pavol Panák (Repubblica Ceca e Slovacchia), architetto e fondatore dello studio di architettura Architekti BKPS;
– Inês Lobo (Portogallo e Spagna), architetta e fondatrice dello studio di architettura Inês Lobo Arquitectos.

La cerimonia di premiazione si terrà a novembre 2021 in concomitanza con l’annuale Congresso internazionale del Gruppo BigMat.

 

Articolo pubblicato da archiportale.com

Ultimi Articoli