Nuove Regole per le locazioni Transitorie a Roma, boccata d’ossigeno per l’ospitalità turistica in difficoltà COVID-19

Nuove Regole per le locazioni Transitorie a Roma, boccata d’ossigeno per l’ospitalità turistica in difficoltà COVID-19

Quale organizzazione della Proprietà Edilizia “maggiormente rappresentativa” abbiamo stipulato, insieme ad Unioncasa Roma, con l’organizzazione dell’Inquilinato Assocasa Roma e Lazio, un Addendum (scaricalo: Addendum “COVID-19”) al nostro Accordo Territoriale di Roma per le locazioni a canone concordato.

Le nuove regole entrano in vigore a partire dal 22 Aprile 2020.

Molte le novità per sopperire alle necessità derivanti dall’emergenza CoViD.

L’Addendum introduce nuove fattispecie di transitorietà per i periodi di emergenza.

L’Accordo Territoriale, stipulato lo scorso anno, non poteva prevedere le esigenze venute alla luce con l’emergenza CoViD.

Fino a ieri, i Contratti Transitori (da 31 notti fino a 18 mesi) stipulati per esigenze di transitorietà “non standard” potevano essere stipulati soltanto con il cosiddetto “Canale Assistito”, una procedura complessa che prevede riunioni tra le parti e le loro Organizzazioni della proprietà e dell’inquilinato.

In tempi di restrizioni degli spostamenti e di distanziamenti interpersonali, il ricorso al canale assistito creava un “loop” operativo.

Da ricordare che i Contratti Transitori a Roma rientrano nell’ambito dei “Canoni Concordati”. Conseguentemente possono essere stipulati soltanto in base alla specifica normativa.

Per risolvere questa impasse, con l’Addendum abbiamo regolato nuove esigenze “speciali” di transitorietà, che valgono soltanto durante i periodi di emergenza.

Un primo esempio sono gli alloggi destinati ad accogliere turisti, i cui proprietari stanno attraversando un periodo drammatico, e che da oggi a Roma possono essere locati in via transitoria, sulla base dell’esigenza del locatore di rientrare dei costi fissi dell’immobile.

Possono quindi essere locati con Contratti Transitori:

A. gli alloggi prima utilizzati per locazioni o sublocazioni brevi/turistiche ai sensi del D.L. 50/2017;

B. le strutture ricettive extralberghiere (B&B, Case e Appartamenti per Vacanze, Guest House, Case per Ferie, ecc.), se l’immobile è di categoria Catastale da A/1 ad A/11 (esclusa la A/10).

Un altro caso considerato nell’Addendum è quello di chi, ritenendosi a rischio di contagio, vuole spostarsi dalla propria dimora per tutelare i familiari e prendere in affitto un alloggio per qualche mese, anche vicino casa. Ad esempio i medici ospedalieri o gli infermieri per i quali, peraltro, abbiamo previsto la possibilità di affitto a canoni di favore.

Inoltre, l’Addendum ha previsto il caso del personale docente (fuori sede) che ha necessità di un appartamento a Roma per qualche mese.

Molti docenti, infatti, sono stati chiamati ad incrementare la banca dati delle lezioni in e-learning delle Università, dovendo garantire la presenza quasi quotidiana in Sala Registrazione, mentre altri necessitano di svolgere la didattica remota, non registrata, ma ci sono casi in cui nella propria abitazione non hanno (anche per problematiche infrastrutturali) una connessione dati di un certo livello, e neppure adeguabile in tempi rapidi.

Le esigenze previste nell’Addendum, prima non previste né prevedibili, sono ora a Roma pienamente soddisfatte, facilitando la stipula dei relativi Contratti in modalità “non assistita”, con la semplice richiesta dell’Attestazione di Rispondenza.

Con questa innovazione, adesso Roma è probabilmente il Comune italiano più avanzato sotto questo profilo.

Ricordiamo che:

  1. il Contratto “Non Assistito” è soggetto al rilascio di una “Attestazione di Rispondenza” da parte di un’organizzazione di riferimento tra quelle firmatarie dell’Accordo Territoriale CUA di Roma.
  2. L’Attestazione di Rispondenza è un documento diverso e separato, rispetto al Contratto.
  3. il vecchio “timbro sul Contratto” non è più una modalità valida di attestazione, dopo l’entrata in vigore dei nuovi Accordi Territoriali.

A questo link il nostro Video esplicativo Addendum COVID-19

Il Presidente Provinciale di Confabitare Roma

Dott. Eugenio Romey